La storia
dell'Engadin Festival

Da 75 anni l‘Alta Engadina diviene, ogni estate, cornice di una serie esclusiva di concerti classici. Nel contesto di quest‘ininterrotta tradizione, l‘Engadin Festival è una delle manifestazioni festivaliere più antiche della Svizzera.

Gli esordi
Nel luglio del 1941 il Quartetto d‘archi di Winterthur inaugurò nella chiesa di montagna della Val Fex i nuovi concerti estivi in Engadina. Il parroco di Silvaplana di quei tempi, Ernst Schulthess, fu iniziatore di una serie di concerti sotto il nome di «Engadiner Konzertwochen». Nell‘opuscolo del primo programma era scritto: «L‘organizzazione è ispirata dall‘idea di creare per gli ospiti un gradevole punto chiave durante il loro soggiorno e di dare agli abitanti dell‘Engadina l‘occasione estremamente rara di udire interpreti prestigiosi. Gli organizzatori sperano non da ultimo che anche per gli artisti che trascorrono le loro vacanze a Sils e a Silvaplana sarà un piacere esibirsi in questa cornice.»

Star internazionali in un‘atmosfera familiare
Nulla è cambiato finora rispetto all‘idea ispiratrice: organizzare concerti classici ai massimi livelli in vari siti suggestivi. In Engadina si possono ammirare le stelle della musica classica internazionale in concerti dal vivo.