Hanno Müller-Brachmann, baritono
Jan Schultsz, fortepiano

Giovedi 9 agosto 2018 | 20.30
Chiesa francese, St. Moritz
 
Concerto CHF 70 | CHF 50
free seating
 

Biglietti

Programma

Carl Maria von Weber (1786-1826): Lieder
Franz Schubert (1797-1828): «Schwanengesang» D 957 (1828)

 

 

 

Biografia

Il basso-baritono Hanno Müller-Brachmann, originario di Lörrach, canta «in modo raffinato, attento al testo e pieno di sfumature, oltre che segnato da interessanti ambivalenze di senso» (Die Presse). È stato allievo di Dietrich Fischer-Dieskau, per 13 anni è stato un elemento di spicco della compagnia della Staatsoper di Berlino sotto la guida di Daniel Barenboim, il Times lo ha definito «Figaro ideale» e Claudio Abbado lo ha voluto come Papageno nella sua registrazione della «Zauberflöte» del 2006. Nel frattempo è anche diventato docente alla Hochschule für Musik di Karlsruhe e si concentra sui progetti che più gli stanno a cuore. Tra questi, il Lied detiene un rango privilegiato: «Per me il Lied è la forma più sorgiva del canto. In fin dei conti già da bambini si cantano Lieder infantili. È un'espressione del tutto normale della vita, nel suo senso migliore». Insieme con Jan Schultsz, che ancora una volta siede al fortepiano di Schubert, conclude la trilogia schubertiana ospitata dal Festival dell'Engadina